Get Adobe Flash player

Cerca nel sito

Contatti

Indirizzo
Via Matteotti, 2
32016 Farra
Alpago (BL)

Mail
info@parrocchiafarra.it

Telefeno
0437 454381

 
  
 

 

"E’ difficile trovare parole nuove per descrivere ciò che tutti stiamo vivendo. Parole che riescano a infonderci un po’ di serenità e di speranza. Forse, in questo tempo, più che le parole, sono i nostri atteggiamenti, i nostri comportamenti che ci esprimono al meglio. Vorrei segnalarne qualcuno.

Siamo tutti ammirati e commossi per la grande generosità di impegno e di abnegazione che stanno dimostrando coloro che sono impegnati sul fronte della sanità. Medici, infermieri, operatori sanitari che da settimane ormai si stanno prodigando in aiuto di tante persone ammalate. Vincendo paure umane comprensibili e dimentichi delle proprie esigenze personali, dimostrano la solidità delle convinzioni morali che li hanno portati a scegliere questa professione e a spendersi senza risparmio.

Veniamo a sapere di tanti volontari che hanno scelto di restare vicini ai più deboli, ai più soli e invisibili. Insieme a notizie di dolore e di morte, gli organi di informazione ci raccontano esempi di una umanità splendida che riscopre e vive la solidarietà. Luci preziose nel buio che sembra avvolgerci.

Pare di cogliere nelle relazioni, sempre più scarse e vissute non senza timore, un supplemento di misericordia. Cresce la consapevolezza di una uguaglianza profonda, che nasce dallo scoprirci tutti fragili e vulnerabili, senza distinzioni e privilegi. Solo i cretini, che non mancano mai, possono ritenersi una “specie a parte”, svincolata da una sorte comune che ci rende responsabili gli uni degli altri.

Sappiamo di persone che, assieme alla constatazione della pochezza di essere “una creatura”, sta osando, come forse non avveniva da tempo, ad alzare lo sguardo al “Creatore”. E così, lasciata ogni presunta autosufficienza, prova la rasserenante libertà di dire ancora “Padre nostro”. Migliaia di persone, giovedì 19 marzo, lungo l’Italia, si sono unite nella preghiera simultanea del Rosario. E vorrebbe poter ripetere questa consolante comunione. Possiamo farlo in ogni situazione, da soli o, meglio, in famiglia.

 

Pregare-01PREGHIERA

Ogni mattina, alle ore 7.00, TV2000 trasmette in diretta la Messa celebrata da papa Francesco.

- Durante il giorno, sempre TV2000 offre molte occasioni di celebrazioni e propone qualche riflessione.
- Ogni sera potremmo recitare la Preghiera nel tempo della fragilità (curata dalla CEI) e la preghiera alla Madonna del Runal. Troviamo entrambe le preghiere alla fine di questa pagina.
- Accanto agli avvisi in chiesa ci sono a disposizione per chi vuole prenderseli i foglietti della Messa della domenica e una traccia di riflessione-preghiera.

 

Carita-01PENITENZA E CARITA’

Quaresima è tempo di carità verso i più poveri del mondo. Questa solidarietà deve essere frutto di personale penitenza, di qualche rinuncia fatta in soccorso di chi manca anche del necessario per vivere. In questo ci aiuta l’iniziativa diocesana “Un Pane per amor di Dio” e in fondo alle chiese sono a disposizione le cassettine preparate dal Centro Missionario.

 


Colletta-alimentare


RACCOLTA GENERI ALIMENTARI

Prosegue la raccolta di generi di prima necessità in favore delle famiglie in temporanea difficoltà della conca dell’Alpago. Servono: latte (lunga conservazione), olio, zucchero, farina, riso, piselli, caffè, the, marmellata, carne in scatola, omogeneizzati (alla frutta), prodotti per l’igiene (per persona e casa).

 

 

Ci manca, forse più di quanto pensavamo, la possibilità di ritrovarci per la preghiera comunitaria. Le esigenze del momento non ce lo permettono, ma non per questo ci dobbiamo sentire estranei. La chiesa, casa comune, rimane aperta tutti i giorni. Lì c’è sempre Uno che ci aspetta e se anche adesso siamo costretti a disertare l’incontro fisico, non dimentichiamo che il Signore ha scelto di restare con noi, tra le nostre case, in attesa di incontrarci tutti.

Buona domenica e buona settimana - don Lorenzo"



 

 

Alla Madonna del Runal

Stiamo davanti a te, o Maria,
in questo santuario che una storia di fede
ci consegna come luogo d’incontro
dei figli con la madre.

Ti portiamo le sofferenze e le paure,
i desideri e le speranze di tanti fratelli,
che nelle nostre contrade e nel mondo,
cercano il senso e l’approdo delle loro vite.

Tu ci guardi, ci sorridi e ci porgi Gesù,
il Figlio benedetto del Padre,
mentre con materna fermezza c’inviti:
«Qualsiasi cosa vi dica, fatela».

Aiutaci nella nostra incredulità,
perché nei giorni della gioia e del dolore,
una fede viva ci rassicuri che Gesù
cammina con noi, fratello e Salvatore.

Amen

Madonna scontornata_web_50

 


 Preghiera nel tempo della fragilità

(a cura della CEI)

O Dio onnipotente ed eterno, ristoro nella fatica, sostegno nella debolezza:
da Te tutte le creature ricevono energia, esistenza e vita.

Veniamo a Te per invocare la tua misericordia
poiché oggi conosciamo ancora la fragilità della condizione umana
vivendo l’esperienza di una nuova epidemia virale.

Affidiamo a Te gli ammalati e le loro famiglie:
porta guarigione al loro corpo, alla loro mente e al loro spirito.

Aiuta tutti i membri della società a svolgere il proprio compito
e a rafforzare lo spirito di solidarietà tra di loro.

Sostieni e conforta i medici e gli operatori sanitari in prima linea
e tutti i curanti nel compimento del loro servizio.

Tu che sei fonte di ogni bene, benedici con abbondanza la famiglia umana,
allontana da noi ogni male e dona una fede salda a tutti i cristiani.

Liberaci dall’epidemia che ci sta colpendo
affinché possiamo ritornare sereni alle nostre consuete occupazioni
e lodarti e ringraziarti con cuore rinnovato.

In Te noi confidiamo e a Te innalziamo la nostra supplica
perché Tu, o Padre, sei l’autore della vita,
e con il tuo Figlio, nostro Signore Gesù Cristo,
in unità con lo Spirito Santo, vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Maria, salute degli infermi, prega per noi!