Get Adobe Flash player

Cerca nel sito

Contatti

Indirizzo
Via Matteotti, 2
32016 Farra
Alpago (BL)

Mail
info@parrocchiafarra.it

Telefeno
0437 454381

 
  
 

Chiesa-Farra-nuova-Facciata


PROGRAMMA SETTIMANALE

Al momento di confezionare questo foglietto settimanale sappiamo che anche per i prossimi giorni valgono le disposizioni restrittive da parte dell’autorità civile e religiosa. In particolare per quanto riguarda le celebrazioni liturgiche occorre evitare una partecipazione di fedeli che “superi un esiguo numero di persone”.

Per rispetto a tale disposizione, durante la settimana, verrà celebrata solamente in alcuni giorni la Messa nella chiesa di Farra, dove l’ipotizzabile afflusso e le dimensioni dell’ambiente consentono di mantenere fra le persone le distanze raccomandate.

 

 


Campanile-Riparazione


DOMENICA 15 MARZO

Difficilmente le attuali disposizioni verranno modificate per domenica prossima. Tuttavia, nel caso cessassero le norme restrittive, si riprenderà con l’orario consueto delle Messe e con le intenzioni che sono pubblicate sulla pagina "Orari Ss. Messe" di questo sito.
In ogni caso verranno tempestivamente affissi gli avvisi alle porte delle chiese e alle bacheche e bisognerà fare attenzione al suono delle campane.

 


pregare

PREGHIERA

Nonostante l’inizio anomalo, la Quaresima rimane il tempo che prepara alla Pasqua. Siamo invitati a intensificare prima di tutto la preghiera. Questa quaresima insolita potrebbe essere l’occasione per riscoprire la bellezza della preghiera in famiglia e approfittare del tempo libero da scuola e forse anche dal lavoro per qualche attimo di raccoglimento e di ascolto della Parola di Dio. Sul sito della diocesi è possibile trovare un aiuto per la preghiera in famiglia: http://www.chiesabellunofeltre.it/wp-content/uploads/sites/2/2020/03/07/preghiera-II-domenica-quares-Coronavirus-8-03-20.pdf


Carita


PENITENZA E CARITA’

Quaresima è tempo di carità verso i più poveri del mondo. Questa solidarietà deve essere frutto di personale penitenza, di qualche rinuncia fatta in soccorso di chi manca anche del necessario per vivere. In questo ci aiuta l’iniziativa diocesana “Un Pane per amor di Dio” e in fondo alle chiese sono a disposizione le cassettine preparate dal Centro Missionario.

 

 

PaneAmorDio

UN PROGETTO CONCRETO

L’iniziativa “Un Pane per amor di Dio” anche quest’anno è finalizzato a sostenere una serie di progetti dei missionari in paesi disagiati dei cinque continenti. Ne è stato affidato uno per ciascuna zona della diocesi. Per quanto ci riguarda come Alpago-Longarone-Zoldo il nostro impegno è volto a sostenere il “Progetto Costa d’Avorio” che consiste nel rifacimento del Centro Pastorale a Brobo.


Raccolta-alimentareRACCOLTA GENERI ALIMENTARI

Prosegue la raccolta di generi di prima necessità in favore delle famiglie in temporanea difficoltà della conca dell’Alpago. Servono: latte (lunga conservazione), olio, zucchero, farina, riso, piselli, caffè, the, marmellata, carne in scatola, omogeneizzati (alla frutta), prodotti per l’igiene (per persona e casa)

 

 


  

- QUARESIMA E QUARANTENA -

- PER RISCOPRIRE LA POLVERE - 

CenereI termini “quaresima” e “quarantena” hanno una radice comune legata al tempo della loro durata. Ma ci stiamo anche rendendo conto che entrambi richiamano sacrificio, impegno personale, solidarietà, ricerca dell’essenziale. Entrambi ci ricordano che ogni tanto, volenti o nolenti, bisogna fermarsi, per non andare a sbattere. E basta poco, qualcosa che addirittura non si vede, un male invisibile, ma pernicioso, a far cadere ogni presunzione di onnipotenza, di sicurezza entro immaginati confini e di autosufficienza.

“Ricordati che sei polvere e in polvere ritornerai”. L’espressione ci sarà sembrata a volte troppo negativa, malinconica, figlia di quel pessimismo oscurantista che ha scarsa stima della creatura umana.

La quaresima di quest’anno non l’abbiamo iniziata con il tradizionale e mal digerito rito simbolico delle Ceneri. Ma si è incaricata la realtà, prossima e globale, a ricordarci che siamo polvere. Se vogliamo, però, la fede cristiana ci consegna anche un’altra consapevolezza. Lo diceva papa Luciani: “Io sono la pura e povera polvere; su questa polvere il Signore ha scritto…”. L’augurio è che quaresima e quarantena siano occasioni favorevoli per lasciare che il Signore possa tornare a scrivere su questa polvere che siamo. - don Lorenzo

 

 

...